Brava Salernitana, ma manca la "voce" della società

24 giornate dall'inizio del campionato 2020/21, 41 punti conquistati, 3° posto in classifica e la Salernitana è li ad un punto dalla seconda che vale la promozione diretta in serie A. Certo è ancora presto per conoscere quello che accadrà nel prosieguo del campionato, ma una cosa è certa, i granata sono li a dispetto dei santi, e tenteranno, com'è giusto che sia di giocarsela sino in fondo.

C'è purtroppo, in questo clima di giusta euforia, una nota stonata che va sottolineata, ossia la mancanza totale da parte della società.

Nonostante ripetiamo, la buona prestazione offerta sin d'ora dai ragazzi di Castori, i due co-patron Lotito e Mezzaroma, ancora non hanno proferito parola su quello che potrebbe essere l'immediato futuro granata. Ci aspettavamo da loro un intervento pubblico d'incoraggiamento ai calciatori, che so, un'"unione" per remare tutti dalla stessa parte, visto che i proprietari del cavalluccio, hanno sempre dichiarato che non vi sono ostacoli alla serie A.

Invece nulla, il silenzio più assordante, che dura dall'ultima gara contro lo Spezia dello scorso anno, avvolge una squadra ed una tifoseria che, nonostante tutto, è vicina a questi calciatori, che hanno saputo conquistare, con la loro forza di essere uomini prima che calciatori, (ultimo esempio Di Tacchio), la fiducia di tutti noi.

Allora cari "PROPRIETARI", tutti noi ci aspettiamo una vostra "voce" che manca da troppo tempo ormai e i tempi sono maturi.