Dai fischi agli applausi, Luca Ranieri mantiene la promessa

Scritto da Pasquale Iuzzolino  | 

Alzi la mano chi s'aspettava un rendimento così alto per l'ex Spal. Il classe 1999, nato a La Spezia, è uno dei migliori giocatori granata per rendimento, con anche un gol all'attivo, realizzato nella sconfitta interna contro l'Empoli per 2 - 4. Arrivato tra fischi e scetticismo per quanto accaduto lo scorso anno, il terzino ha mantenuto la parola data: trasformare i fischi in applausi. Oltre lui, in pochi hanno un rendimento positivo, forse solo Strandberg ed i due Coulibaly. Aldilà delle evidenti doti tecniche, da apprezzare di Ranieri è sicuramente l'animo e lo spirito che mette ogni volta che scende in campo, considerando soprattutto che, pur nascendo come terzino, è stato utilizzato soprattutto come difensore centrale. L'importante, come rimarcato più volte, è che tutti sudino la maglia, e c'è da dire che Ranieri lo sta facendo.