Salernitana inguardabile, l'Entella punisce in contropiede: vantaggio ligure all'Arechi al termine del primo tempo

Scritto da Antonio Calenda  | 

Lo stadio Arechi accende i riflettori per l'ultima volta nel 2020. In un anno completamente anomalo - con la mancata conquista del playoff con Ventura all'attuale posizione in graduatoria - la Salernitana ospita la Virtus Entella tra le mura amiche per l'appuntamento finale dell'anno solare. Un match che mette di fronte due squadre che vivono una situazione ambientale differente: granata da vice-leader del torneo affrontano il fanalino di coda.

Fabrizio Castori, che ritorna a bordocampo dopo aver scontato la squalifica con il Frosinone, vara il 4-4-2. Mantovani a riposo, Aya e Gyomber a guidare il reparto arretrato. Schiavone si prende la titolarità in mediana, Anderson sulla sinistra. In panchina Djuric, in avanti ci sono Gondo e Tutino. Vivarini, tecnico della compagine ligure, si affida al 4-3-1-2- con Cardoselli alle spalle di De Luca e Mancosu.

Avvio statico nei primi minuti, gli undici in campo pensano a studiare l'avversario. Il sussulto iniziale è di Aya con un colpo di testa su traversone dalla destra: la traiettoria disegnata dall'ex Pisa termina di poco fuori. Gli ospiti provano a farsi vedere in zona offensiva con una conclusione di Cleur tutt'altro che preoccupante. Il Cavalluccio, però, è impreciso e non riesce a scardinare la densità dei biancocelesti che cercano di pungere in contropiede.

Al 26' Tutino sfonda sulla corsia mancina e crossa al centro, Casasola tenta l'acrobazia senza successo. Sul proseguimento dell'azione, il laterale argentino pesca Gondo che trova l'opposizione della difesa di Vivarini. Retroguardia ligure che si abbassa ed evita lo svantaggio qualche minuto dopo sui tiri ripetuti di Kupisz, Tutino e Casasola. Attorno alla mezz'ora, Settembrini suggerisce per De Luca che, con lo scorpione, non inquadra lo specchio protetto da Belec.

Al 33' Lopez serve Tutino in area, girata dell'attaccante e parata sicura in presa alta di Russo. Cinque giri di cronometro più tardi, Schiavone scivola e consente all'Entella di ripartire in contropiede con Koutsoupias: il centrocampista imbuca per Mancosu che, a tu per tu con Belec, va di scavetto e sblocca il risultato. Sul finale di frazione, Kupisz si sveglia e scarica il destro su una respinta goffa di Bonini: sfera sul fondo.

All'intervallo è vantaggio Entella allo stadio Arechi. Una brutta Salernitana va a riposo sotto di un gol.

Il tabellino del match

Salernitana (4-4-2): Belec; Casasola, Aya, Gyomber, Lopez; Kupisz, Schiavone, Di Tacchio, Anderson; Tutino, Gondo. A disp. Adamonis, Cicerelli, Djuric, Karo, Iannoni, Mantovani, Barone, Bogdan, Dziczek, Capezzi, Giannetti, Veseli. All. Castori

V. Entella (4-3-1-2): Russo; Cleur, Poli, Bonini, Poli; Koutsoupias, Nizzetto, Settembrini; Cardoselli; De Luca, Mancosu. A disp. Paroni, Borra, De Santis, Chiosa, Crimi, Brunori, Paolucci, Brescianini, Meazzi, Petrovic, Schenetti. All. Vivarini

Arbitro: Ghersini di Genova

Marcatori: 38' Mancosu (E)

Ammoniti: Bonini (E)