La magica notte da Nazionale di "Pako Adelante" Mazzocchi

Scritto da Antonio Scafuri  | 

Gianna Nannini cantava "Notti magiche" per ricordare che "sotto un cielo di un'estate italiana" si può inseguire un gol. E in questa serata di fine estate ormai, tutto il popolo granata ha trattenuto il fiato al minuto 89 del match nella nazionale italiana, impegnata contro l'Ungheria per la Nations League. Ma stavolta non si è trattato di inseguire un gol, nonostante l'Italia si sia imposta per 0-2 contro gli ungheresi, ma di attendere questo 89esimo minuto per vedere un sogno diventare realtà: Pasquale Mazzocchi subentra a Giovanni di Lorenzo sul rettangolo verde e fa il suo primo esordio ufficiale con la maglia azzurra. E si tratta di un esordio importante e storico per tutta la città di Salerno e della Salernitana, perchè "Pako Adelante" è il primo calciatore della storia del cavalluccio ad esordire in nazionale maggiore. Queste le sue parole ai microfoni RAI al termine del match: “Se mi guardo indietro ho percorso una strada tutta in salita. Per me non è un punto di arrivo ma un punto di inizio. Adesso torno a Salerno che abbiamo una partita importantissima per il campionato”. 

Mazzocchi è arrivato a Salerno lontano dai riflettori della notorietà; è merito dell'ex DS Sabatini che vede nel laterale campano qualla grinta e qualità che poi hanno aiutato a portare la squadra verso la miracolosa salvezza della Salernitana della scorsa stagione. Pagato appena 1 M di euro e avendo passato il girone di andata scorso come riserva a Venezia, Pasquale mostra subito le unghie e i denti per arare la sua fascia destra a furia di cross, spinta, spirito di sacrificio e tanta tanta corsa. Questa stagione attuale lo stiamo vedendo giocare spesso a piede invertito sulla fascia sinistra ma comunque ha offerto prestazioni di assoluto livello e con il bottino di 1 gol segnato contro l'Empoli. Pasquale è la dimostrazione che non è mai troppo tardi nella vita per esaudire i sogni anche più lontani ma basta lavorare ogni giorno con dedizione e professionalità, fino a che la vita stessa ti premia quando quella sua maglia azzurra addosso rappresenta l'orgoglio di una ciità intera. Ad maiora Pako, che la tua e nostra emozione di stasera sia solo l'inizio del coronamento dei tuoi signi.