Milan Djuric, uomo prima che calciatore

Scritto da Pasquale Iuzzolino  | 

In un calcio sempre più atipico tra spezzatino, orari improponibili, non è facile trovare una bandiera, o comunque un calciatore attaccato sentimentalmente al proprio club. Non è il caso di Milan Djuric, che dal primo istante in cui ha messo piede a Salerno ha sempre lottato e dato il massimo per i granata. Assieme a Francesco Di Tacchio, promesso sposo della Ternana, lasciano la Salernitana non solo due calciatori, ma soprattutto due uomini. Il loro impegno non è mai mancato, anche in situazioni difficoltose, vedasi l'inizio del campionato appena trascorso. Che si trattasse di vittoria, pareggio o sconfitta hanno sempre accettato le giuste contestazioni della tifoseria, e si sono presi, giustamente, gli applausi in caso di vittoria. E questo vale più di qualsiasi gol o grande prestazione.