Macte Animo Saggese
Macte Animo Saggese

Una iniziative della casa editrice Saggese che in collaborazione con la U.S. Salernitana1919, che in un libro fa rivivere i momenti più belli della storia della Bersagliera;

David Di Michele che svela il suo viaggio notturno a Milano, Del Grosso ancora in lacrime per il gol a San Siro, Re Artù che si inchina a cospetto della Sud, il ritorno del marchio, il dramma sfiorato ad Ascoli. E ancora le trasferte di Budoni e Selargius, Minala al 96’, la Coppa Italia nel segno di Agostino Di Bartolomei e il Presidente Enrico Lotito che celebra le fasi salienti di un’avventura lunga dieci anni partita dalla D e conclusa con la promozione in massima serie. Tante storie nella storia, una cavalcata a tinte granata che meritava di essere raccontata attraverso la testimonianza dei protagonisti, interviste inedite e un vero e proprio passaggio di testimone tra gli eroi del passato e i beniamini del presente. 

Nasce “Macte Animo”, libro patrocinato ufficialmente dall’U.S. Salernitana edito dalla “Saggese Editori” in collaborazione con il Comune di Salerno. L’opera, disponibile in tutte le librerie di Salerno e provincia dalla seconda settimana di settembre e acquistabile in prelazione sul sito Saggeseeditori.it, sarà presentata in conferenza stampa giovedì 2 settembre alle ore 17 .00 presso il Salone dei Marmi a Palazzo di Città. Prevista la presenza di importanti esponenti del mondo politico, sportivo e giornalistico, nonché di una delegazione dell’U.S. Salernitana 1919. 

Pertanto invitiamo ufficialmente gli organi di informazione a partecipare all’evento sperando in un’ampia diffusione sulle varie testate  giornalistiche. Parte del ricavato sarà destinato al reparto oncologia dell’ospedale Ruggi di Salerno.

David Di Michele ch 

inchina a cospetto d

a Palazzo di

Città.

Prevista la

SalernoGranata.it è una Testata Giornalistica Sportiva registrata presso il Tribunale di Salerno nr. 1028 del 30/07/2012.
Registrazione N° 12/12 del 2012

 

Copyright 2018 – TUTTI I DIRITTI RISERVATI

Powered by Slyvi