Lovato, allarme rientrato? Non ci sarà Maggiore, mentre per Fazio e Bohinen...

Aggiornamenti sugli infortuni in casa granata ed anche su sponda nerazzurra

Scritto da Alessio Esposito  | 

Doveva giocare dal primo minuto contro la sua ex squadra, prima di accusare un problema alla caviglia nel riscaldamento che lo ha costretto al forfait: stiamo parlando, ovviamente, di Matteo Lovato. Il difensore dell'Under 21, che nonostante il contrattempo avrebbe voluto scendere in campo nella partita contro il Verona prima che Mister Nicola gli parlasse a bordocampo per spiegargli che non era il caso di rischiare un infortunio più serio, dopo un inizio settimana di lavoro a parte è finalmente tornato in gruppo ed è quindi arruolabile per scendere in campo eventualmente anche dal primo minuto nella sfida di domenica a San Siro contro l'Inter. Al contrario, non farà certamente parte del match Giulio Maggiore, vittima di una lesione al bicipite femorale della coscia destra nella partita contro gli scaligeri che lo ha costretto al cambio dopo pochi minuti. Nessuna possibilità di convocazione per lui, mentre i recuperi di Fazio e Bohinen stanno procedendo gradualmente: entrambi hanno buone possibilità di strappare una convocazione per Milano, ma in ogni caso andrebbero al massimo in panchina: l'obiettivo dello staff medico è quello di averli al meglio per la sfida di sabato prossimo contro lo Spezia, altra gara molto importante per i granata in ottica salvezza. Da segnalare in casa Inter l'assenza certa di Marcelo Brozovic, che rientrerà solo per fine mese. Recupera dall'infortunio, invece, l'argentino Joaquin Correa, che farà parte dunque della gara, mentre è più complesso il discorso che riguarda Romelu Lukaku: l'attaccante belga ha superato il problema muscolare che lo tiene fuori da diverse settimane, ma è rimasto fuori dalla lista dei convocati nella trasferta di Barcellona in Champion's pareggiata dalla sua squadra per 3-3. Simone Inzaghi vuole evitare il rischio di una ricaduta, per cui non ha ancora deciso se Romelu prenderà parte al match domenica o se la sua convocazione slitterà di una settimana nell'ostica trasferta toscana contro la Fiorentina.