Con il Toro formazione obbligata. Debutto dal 1^ per Gagliolo. In attacco spazio al duo Bonazzoli-Simy

Jaroszynski, Capezzi ed Aya infortuati. Scelte obbligate per Castori che ritrova Strandberg

Un rientro e due infortuni per il reparto mediano non sono proprio delle belle notizie per provare a fermare l'emorragia di goal subiti (sette) in due partite di campionato.

Fabrizio Castori deve fare la conta dei difensori in vista del prossimo e, già delicato, match "salvezza" in programma domani pomeriggio allo stadio Olimpico Grande Torino.

Al cospetto della formazione di Juric, rimodellata dal calciomercato estivo, ma anch'essa surclassata dagli infortuni (Belotti e, probabilmente Izzo), Castori ritrova il suo "adepto" Gagliolo, ingaggiato sul gong del calciomercato lo scorso 31 Agosto.

L'ex Parma debutterà da subito in maglia granata in un terzetto difensivo che sarà completato da Strandeberg (in posizione di perno centrale) e Gyomber (quale braccetto di destra).

Sugli esterni spazio a Ruggeri e Kechidra.

In mediana, complice l'infortunio di Capezzi (per i quali occorrerà ancora valutare il tempo di recupero), Castrori confermerà capitano Di Tacchio dinnanzi la difesa supportato da M. Coulibaly ed Obi .

In attacco debutto dal primo minuto per Simy che farà coppia con Federico Bonazzoli.

Solo panchina per Franck Ribery che, in settimana, ha svolto in parte lavoro differenziato seguito da allenamento con il gruppo, già proteso a recuperare nel minor tempo possibile il ritmo partita.

Castori sarà pronto a gettarlo nella mischia in caso di bisogno negli ultimi 30^ del match che si preannuncia, fondamentale, per capire la reazione dei granata a seguito della "scoppola" con la Roma, a fronte di una formazione rientrantre nel coefficiente di difficotà "medio alto" per una neopromossa alla ricerca di un risultato positivo, soprattutto per il morale.