Attacchi a Sabatini? Lasciano il tempo che trovano

Scritto da Pasquale Iuzzolino  | 

In queste ore stanno spopolando sul web numerose critiche nei confronti del DS Walter Sabatini. Che sia chiara una cosa, su Fazio e Perotti siamo tutti d'accordo nell'affermare che il DS ex Roma, Inter, Bologna e Sampdoria abbia preso un abbaglio, anche se probabilmente, con una vera e propria preparazione Fazio non è il centrale di difesa che sta sbagliando anche troppo. Ma nessuno ha pensato che se dalla prima partita utile, quasi tutti questi neo acquisti sono stati inseriti titolari, allora è perchè chi c'era fino a dicembre non ha fatto poi questo gran campionato? Ma la domanda da porre a chi muove critiche, forse in quanto non abituato a certi colpi senza passare per la Lazio, oppure dover aspettare gli ultimi minuti del 31 gennaio? La differenza sta tutta nel mea culpa che il DS ha fatto recentemente, ammettendo di aver fatto qualche errore di valutazione. Inoltre, va detto che chi avrebbe accettato una proposta con questa classifica? Il caso Izzo è a dir poco emblematico, con il difensore del Torino, titolare a Salerno, che ha preferito fare panchina, e giocare approfittando di squalifiche ed infortuni dei propri colleghi. Al di là dei vari Fazio e Perotti, sui quali giustamente si sono mosse critiche, da notare però che sono stati portati a Salerno anche Mazzocchi, Ederson e Bohinen. Dunque, se si deve fare un'analisi sul mercato di Sabatini, va fatta a 360%. Giù le mani da Walter Sabatini, che in due settimane scarse ha fatto ciò che prima non era stato fatto. Gli errori, saranno stati anche commessi, ma è lecito ricordare che finalmente è stato condotto un mercato senza aspettare un'altra squdra, nè tantomeno l'ultimo secondo dell'ultimo giorno di mercato.