Repubblica svela la mossa di Gravina: “Proroga solo a patto di resa totale di Lotito”. Ecco i criteri imposti dalla FIGC

Martedì 21 dicembre si giocherà quella che è considerata la partita più importante di quest’anno, ovvero l’assemblea del consiglio federale che dovrà decidere se estromettere la salernitana dalla serie A oppure concedere un ulteriore proroga fino a fine stagione.

Il consiglio federale certamente terrà conto della decisione della lega di A che nell’ultima riunione, in cui hanno partecipato anche i Trustee, ha dato all’unanimità  parere positivo sulla possibilità di far disputare la Salernitana al campionato  fino alla fine della stagione. Tuttavia il presidente Gravina è pronto a mettere sul tavolo dell’assemblea due possibili soluzioni alla causa; la prima è la richiesta di esclusione della Salernitana, la seconda è quella di concedere la proroga al Trust  fino al termine della stagione ma a determinate condizioni, così come svela l’edizione odierna di Repubblica.

La richiesta di proroga infatti, scrive il quotidiano, verrà accolta  solamente a patto che vi sia una resa di Lotito su tutta la linea.

Gravina chiederà infatti a Lotito condizioni ben precise da accettare ovvero in primis la rinuncia da parte del patron biancoceleste a qualsiasi azione legale nei confeonti della FIGC e soprattutto, quale condizione imprescindibile, la presentazione di un atto notarile ove venga indicato che la società non tornerà più nella sua disponibilità.

Si preannuncia dunque un consiglio federale incandescente dove, ricordiamo, sarà presente di nuovo anche lo stesso Claudio Lotito in qualità di consigliere federale.