L'input della Figc"E' un trust bizantino. Deve garantire schermatura con i cedenti"

Scritto da Ennio Carabelli  | 

Il Trust è stato inoltrato a mezzo Pec: ora la fase 2 prevede la valutazione dello stesso.

Gli uffici della Figc al primo approccio al cTrust (oltre 30 pagine) è stato alquanto "sofferto" per il linguaggio a tratti "bizantino" utilizzato, a sottolineare la complessità dei termini che, tuttavia, sono propri di un atto giuridico.

"Due Trustee, due referenti della proprietà cedente. E' un trust molto complesso che richiede particolare attenzione.

Ciò che è necessario-fanno sapere dalla Figc- è che dal Trust traspaia l'indipendenza e schermatura dei cedenti dalla gestione amministrativa-contabile del club fino all'avvenuta vendita per la quale è stato istituito il Trust".

Tra lunedì e Martedì il Consiglio Federale deciderà sulla congruità del Trust depositato ai "paletti" fissati dalla Federazione.

"Nessuna bocciatura- si afferma con veemenza- ma non è neanche possibile affermare che la Salernitana sia già iscritta al prossimo campionato di Serie A.

Stiamo valutando un atto che ci appare alquanto articolato e complesso. L'iscrizione è subordinata all'approvazione di tale negozio giuridico sottoposto ad esame il cui esito positivo non può prescindere dall'indipendenza dei Trustee con gli uscenti proprietari".