Trust bocciato dalla Figc. Ecco tutti i punti contestati. C'è tempo fino al 3 Luglio per modificarlo

Scritto da Ennio Carabelli  | 

Così come impostato il trust non rispetta i paletti imposti dalla Figc in materia di trasparenza e terzietà ai fini dell'iscrizione della società

"Così come impostato i Trustee vedono fin troppo bene nella società, altro che schermi protettivi e di isolamento" fanno sapere dalla Figc.

Bocciatura Trust: ecco i singoli punti contestati dell'istituto giuridico

Rispetto all'atto sottoscritto con scrittura privata lo scorso Venerdì dinnanzi al notaio in quel di Roma, i legali della Figc contestano:

A)Regole non scritte rispetto a nomina e revoca dei Trustee e dei guardiani.

In pratica, dovesse venire meno uno di tali organi, cosa stabilisce i criteri di sostituzione, si interrogano i legali della Figc?

B) Il numero pari delle persone apposte nel Trust fa venire meno l'organizzazione societaria qualora una delle parti interessate venga meno per dimissioni o impossibilità di proseguire le mansioni derivanti dalla carica.

C) La Salernitana non viene garantita per tutta la durata del trust nella propria indipendenza economica:

Addirittura sarebbe vuoto il conto dedicato ove i Trustee dovrebbero procacciare danaro per la gestione economica dell'intera stagione.

In tal caso la Salernitana non avrebbe le coperture economiche per sostenere il campionato di serie A.

La struttura così come delineata nel proprio complesso non garantisce la terzietà rispetto agli ex soci di maggioranza in uscita

Bocciato il trust, ora cosa si verifica: ci sarà tempo fino al prossimo 3 Luglio per modificarlo.

In caso contrario entro il 7 Luglio in Consiglio Federale si assumerà una decisione che potrebbe anche prendere in considerazione la clamorosa esclusione della Salernitana dal massimo campionato.

Altro, giro, altra corsa: l'ultima deadline, la data da segnare in rosso è il prossimo 3 Luglio per modificare il Trust.

La Salernitana resta ancora in sospeso....